STREAMING E MUSICA
Come rendere una performance live una bella performance online
Per parlare di streaming e musica, dobbiamo partire da un presupposto: questa è la nostra esperienza con uno tra i dj più forti nel panorama elettronico italiano e mondiale. Non si tratta di dictat tecnici e strategici, bensì di un esperimento andato a buon fine, di un’intesa tra produttori musicali e produttori video. Arrivati al momento del lancio, possiamo dire che è proprio questa consonanza comune la chiave di tutto.
Il progetto ANCIENT FUTURE nasce in collaborazione con il dj Luca Bacchetti e il fotografo Giorgio Leone. L’obiettivo dell’artista è uno: rinnovare l’esperienza live attraverso una produzione video più narrativa, fruibile anche in differita ed emotivamente forte anche se guardata online. Dopo questo lungo anno di pandemia, l’idea di un grande evento streaming che unisse la narrazione alla musica elettronica, è sembrato infatti perfetto non solo per la carriera dell’artista, ma anche per dare un segnale di movimento all’interno del mondo dello spettacolo. Luca Bacchetti infatti è voluto tornare a Lucca, alle sue radici, e ha scelto la sua terra per raccontare questo nuovo progetto.

“Si tratta dunque di una bella sfida per tutto il campo registico che si occupa di videoclip: le nuove strade e le nuove tecnologie ci permettono di raccontare la musica in maniera sempre più inaudita, di alzare il livello e chiedere un nuovo tipo di attenzione”.

Per la realizzazione di ANCIENT FUTURE è stato tutto organizzato e pensato in base ad alcune variabili:
  1. La scelta della location è stata fondamentale. La Villa Reale di Marlia è stata selezionata proprio per i suoi giardini curati, per la storia che emana e l’estetica neoclassica che dovevano fare da contrasto (positivo) con la musica e le scenografie contemporanee.
  2. La timing delle riprese è stata decisa in modo tale da dividere le riprese tra parte narrativa e di dj. Perciò abbiamo girato in due giorni differenti.
  3. Il casting è stato fatto attraverso una selezione di ballerini e artisti professionisti che avrebbero dato un’impronta ancor più d’autore alla scena. È stata perciò coinvolta una pittrice, Giorgia Maidai, che avrebbe dipinto in contemporanea alla performance live, ma anche un corpo di ballo scelto.
  4. Il concept narrativo su cui si sviluppa la performance è la crescita di una donna. La storia è stata quindi suddivisa in tre parti: l’infanzia, l’adolescenza e l’età più adulta.
  5. Il prodotto finale dura 1 ora e 30 minuti e comprende sia le parti musicali che più narrative.
  6. Il video completo è stato trasmesso in differita streaming sulla piattaforma di Beatport il 1 giugno 2021.
Non si tratta dunque solo di avere un’idea, ma di organizzare tutti gli accadimenti, le professionalità e le tempistiche perché quell’idea si concretizzi sullo schermo. Fatta gioco la collaborazione fortunata con la fotografia di Giorgio Leone, lavorare assieme ai musicisti è sempre una di quelle occasioni fortunate, dove varie professionalità artistiche (più o meno commerciali) riescono a trovare nuove sinergie. Si tratta dunque di una bella sfida per tutto il campo registico che si occupa di videoclip: le nuove strade e le nuove tecnologie ci permettono di raccontare la musica in maniera sempre più inaudita, di alzare il livello e chiedere un nuovo tipo di attenzione. Si tratta di una bella sfida, ma sembra arrivato il momento in cui gli spettacoli -con una buona regia, una buona idea e molta verità nei concetti espressi- diventano godibili anche dallo schermo di uno smartphone. E Kalispèra, assieme a Luca Bacchetti, ha provato ad accoglierla nel suo piccolo e a regalare un’emozione.
Riproduci video
Staff

Federico: 333 8931453

Lorenzo: 338 3930828

Sede

Via della formica 216/b

Lucca (LU)  55100