Gli eventi IN live streaming.

Pubblico in sala, pubblico a casa o tutti e due?

Esistono diversi tipi di live streaming.
Durante questi ultimi due anni è stato comune imbattersi in eventi gestiti totalmente da remoto, in dirette online senza pubblico e ancora occasioni in cui vi era gente sia in platea che davanti allo schermo.
Questa terza categoria è forse la più complessa e la più ambiziosa da realizzare per due motivi: perché racchiude tutte le sfide organizzative di un evento live e tutte le complessità gestionali di un evento online.

La partecipazione a un evento streaming online prevede tre fasi:

  1. Organizzazione dell’evento
    – Ideazione dell’evento
    – creazione del palinsesto e del copione
    – Messa in contatto con tutte le professionalità necessarie
    – Scelta della location e della strumentazione
  2. Realizzazione sul campo
    – Prove generali
    – Gestione del pubblico, dei presentatori e degli ospiti
    – Gestione degli operatori video
    – Messa in onda del video in real time
  3. Post-produzione
    – Realizzazione di tutti i contenuti disponibili anche per una fruizione non “live”

Questa grande macchina che è un evento streaming live ha bisogno quindi di varie professionalità oltre a una casa di produzione, e tutte devono collaborare sinergicamente.

L’importante è l’organizzazione preliminare.
Se questa manca o viene sottovalutata, si arriverà alla performance live impreparati.
Ad esempio può accadere che il presentatore non abbia preparato le battute.
Che gli ospiti della serata diano la loro disponibilità solo l’evento.
Che la connessione salti o che il pubblico sia poco partecipe.
Tutte queste cose devono essere messe in conto fin dall’inizio, va sempre ipotizzato un piano B per ogni errore o mancanza circostanziale.

AerreStudio-36
Ma le teorie dicono poco rispetto alla pratica. Abbiamo partecipato a inizio luglio alla realizzazione di Scenario, il grande evento digitale di iT’s Tissue 2021, organizzazione che unisce sotto lo stesso tetto molti tra i più grandi player mondiali del settore cartario. Siamo stati contattati dall’agenzia di comunicazione Lindbergh qualche mese prima, con la proposta di realizzare un vero e proprio programma TV di un’ora e mezzo, con ospiti di livello internazionale come Blake Moret, CEO di Rockwell Automation, Joseph Stiglitz, premio Nobel per l’Economia 2001, e Luciano Floridi, filosofo e professore di Oxford. La distribuzione doveva essere in live streaming su nuova piattaforma proprietaria di iT’s Tissue chiamata Convergence. Le fasi di fruizione dell’evento sarebbero state tre: – Dal vivo, con un pubblico ridotto – Live streaming in diretta, con un pubblico selezionato – Dal 15 luglio video disponibile a tutti La convergenza delle varie professionalità per la messa a punto del progetto è stata fondamentale. Nonostante una casa di produzione sia presente dall’inizio alla fine del progetto (dall’ideazione al post-evento), è stato fondamentale avere altre realtò di riferimento con cui colloquiare e organizzare le cose. Per eventi importanti come iT’s Tissue, ma in generale per tutti gli eventi in presenza che prevedono uno streaming live, il risultato può essere raggiunto solo se tutti collaborano e solo che tutti sono disposti ad allenarsi e a giocarsi la finale fino alla fine. E per finale s’intende chiaramente il momento del live. Solo a quel punto, tutto il lavoro fatto dagli scenografi, dagli account, dal project manager, dal reparto marketing, dagli ospiti, dagli ideatori dell’evento, i tecnici del suono e delle luci verrà allo scoperto. E quello che si realizzerà sarà un vero e proprio spettacolo per gli occhi del pubblico. In sala e a casa loro davanti al computer. Questo è il bello dello streaming live, no?
Riproduci video
Staff

Federico: 333 8931453

Lorenzo: 338 3930828

Sede

Via della formica 216/b

Lucca (LU)  55100